Sinossi

Il Regina Pacis è stato il più grande Cpt d’Italia. Dal 1998 al 2005 ha ospitato sulle coste del Salento oltre 65mila migranti. Rimasto in stato di abbandono per molti anni viene acquistato da privati per essere trasformato in un resort di lusso. I lavori di ristrutturazione, però, riportano alla luce i segni indelebili di un passato fatto di violenze e soprusi, che riemerge a distanza di anni per liberare per sempre vittime e carnefici dall’oblio.

Cast & crew

Regia: Mattia Epifani
Sceneggiatura: Francesco Lefons, Mattia Epifani
Fotografia: Giorgio Giannoccaro
Montaggio: Mattia Soranzo
Musiche: Redi Hasa
Suono: Gianluigi Gallo
Scenografia: Luigi Conte
Organizzatore: generale Davide Barletti
Direttore di produzione: Michele Innocente
Aiuto regia: Corrado Punzi
Assistente alla regia: Paola Leone
Prodotto da: Mattia Epifani

Con: Alessandra Viva, Joshua Eji, Collins Chuwuana, Michele Tarantino, Issofou Fofana, Keba Seck, Issofa Kpoumie Nyamsi, Kamrul Mia, Roberto Vincenti, Marcello Petrelli

Note di regia

Et in terra pacis è una storia di fantasmi e memorie rimosse. Un racconto di eventi tanto concreti quanto simbolici, di fatti accaduti in quello che è stato, dal 1998 al 2005, il più grande Centro di permanenza temporanea d’Italia.

Il Regina Pacis è stato per lunghi anni un rudere abbandonato sulle coste dell'Adriatico, un luogo con una storia celata al suo interno. Et in terra pacis ha avuto origine dall’osservazione di questo luogo e dalla volontà di scoprirne i misteri e la storia. Una storia fatta di segni lasciati sulla pietra, di vite di uomini e donne e delle tracce del loro passaggio. Et in terra pacis racconta questo luogo, il suo spazio fisico e il suo spirito, come fosse il ritratto di un personaggio, un personaggio che parla di sé attraverso le cicatrici che porta sul corpo.

Credits

Post Production: Lightcut Film
Compositing: Maura Manfredi
Color Grading: Andrea Facchini

Film Post | Vfx ! Broadcast Design